Come costruire un piano di web marketing in 7 step

Stai cercando i sette segreti del web marketing?
Vuoi la ricetta perfetta per avere successo sul web?
Cerchi un piano di web marketing efficace in pronta consegna?

Beh, allora questo non è l’articolo giusto.

Purtroppo non esistono storie e progetti completamente replicabili: se è vero che il processo di vendita è sostanzialmente identico per ciascuna tipologia di prodotto o servizio esistente, è anche vero che la “Renato Cucine Italiane” dovrà gioco forza adottare strategie differenti dalla “Scavolini”.  Giusto?
Se ci siamo su questo punto, allora, per la proprietà transitiva, la Renato Cucine dovrà adottare piani di web marketing specifichi e differenziati.

Tuttavia, sia che tu sia leone, sia che tu sia gazzella, comincia a correre perché l’obiettivo di settore non può che essere uno: diventare un esperto che consiglia!
Come dici? E’ il segreto di Pulcinella?

Bene, ma spesso il semplice non è facile. E per fortuna, aggiungo. Perché se è vero che il concetto può sembrare scontato, la sua applicazione pratica sul web lo può essere meno. E questo per vari motivi.

Perché gli strumenti e le tecnologie sono tanti. Ed in continua evoluzione.
Perché negli anni tanta fuffa è stata creata e diffusa.
Perché, dopo gli anni di fumo negli occhi, te giustamente inizi a pretendere numeri. E risultati.

Raccontarti ora come raggiungere i tuoi obiettivi specifici, oppure consigliarti di usare Google Adwords piuttosto che fare una campagna SEO, sarebbe come dirti di girare a destra senza sapere nemmeno quale sia la tua destinazione.
C’è una cosa però che posso fare per aiutarti a compiere il primo passo nel mondo del web marketing, ed evitarti perdite di tempo e di denaro.
Si tratta di una serie di punti che dovrai tenere sempre a mente prima di intraprendere qualsiasi azione di marketing: sono sette, ma ti assicuro che con la pratica e l’esercizio, poi ti verranno in automatico.  Considerali come un mappa mentale e pratica per orientarti poi nella scelta delle azioni da intraprendere sul web. E’ da questa micro analisi che uscirà fuori se per te va meglio Facebook o Adwords o magari nessuno dei due. E’ da qui che potrai capire se aprire un blog, se farlo ora o magari aspettare.

Ti ho incuriosito?

Eccoti allo 7 passi per definire il tuo piano di web marketing:

  1. CHI SEI?
    Sono straconvinto che sai benissimo cosa fai, cosa produce la tua azienda, quanti e quali sono i tuoi collaboratori migliori. Ma quello che ti invito a fare è di metterlo su carta e di farlo in maniera concisa: hai mai sentito parlare del “twitter style”? Nemmeno io (chissà , potrei aver inventato un neologismo!!!), ma serve per renderti meglio l’idea: 140 caratteri per dire chi sei e per dirlo come se stessi parlando al tuo vicino di casa. Oltre l’aziendalese, più vicino al mondo degli umani.
  2. CHI E’ IL TUO TARGET?
    Definiscilo, chiamalo per nome, elencane le caratteristiche (età, professione…); trova e contatta opinion leaders ed influencers del tuo settore per proporgli collaborazioni di vario tipo. Dopodiché crea un file excel e buttaci dentro queste informazioni. Ci torneranno utili nella scelta dello strumento e nel settaggio di eventuali campagne di advertising.
  3. DEFINISCI I TUOI OBIETTIVI DI MARKETING?
    Definisci chiaramente e sottolineo chiaramente il tuo obiettivo: deve essere realistico e soprattutto misurabile. Alla fine del gioco devi poter dire: “caspita, ho perso per un punto!”, oppure ” Che fortuna, ho vinto per un punto!”.  In soldoni: vuoi aumentare la tua visibilità sul web? Vuoi dar vita ad un programma di assistenza e fidelizzazione clienti ?  Vuoi aumentare gli iscritti alla tua newsletter? Desideri aumentare la conoscenza del tuo nuovo prodotto?
    Come vedi gli obiettivi possono essere molteplici: per ciascuno di essi ci potrà essere un piano specifico.
  4. INDIVIDUARE CANALI E STRUMENTI
    In base all’analisi dei dati emersi in precedenza, possiamo definire gli strumenti più adeguati al target individuato e all’obbiettivo prefissato. Andiamo su Facebook? Campagna su Google Adwords? Creiamo un blog aziendale? In questa fase dovresti avere le idee più chiare. Piccolo consiglio: non strafare, non aprire dieci canali social se sai già che non avrai tempo e risorse per presidiarli. Meglio pochi ma buoni e non lasciarti abbindolare dalle mode del momento, mi raccomando!
  5. PIANIFICA I CONTENUTI
    Ora che abbiamo chiaro il target, gli obiettivi e hanno definito gli strumenti, non ci resta che pianificare i contenuti: e che vuol dire? Vuol dire creare un piano, almeno trimestrale, di pubblicazione di contenuti suddivisi tra i vari strumenti. Anche in questo caso, apri un file excel e crea tante colonne quante sono i social o gli strumenti definiti: quindi stabilisci il tipo di pubblicazione e la frequenza. Questo ti aiuterà a risparmiare tempo e ad essere più efficiente.
  6. PASSA ALL’AZIONE
    Come ti ho anticipato in premessa, il tuo obiettivo generale è quello di essere il massimo esperto del tuo settore e…comunicarlo! La Rete deve saperlo e per saperlo devi instaurare conversazioni con i tuoi clienti e con i potenziali clienti, devi coinvolgerli nelle tue attività, fargli sapere ciò che fai e come lo fai e perché lo fai meglio degli altri.
  7. RISULTATI
    Ti ricordi che ti avevo consigliato di stabilire un obiettivo misurabile? Ecco, alla fine di questo processo, potrai sapere se hai raggiunto il numero di contatti desiderato, se il numero di iscritti alla newsletter era quello voluto, se il numero di prenotazioni o di acquisti fatti era quello stabilito e così via.

Semplice no?

Non ti resta che passare all’azione!
Scopri come posso esserti d’aiuto…e se c’è qualche punto che ancora non ti è chiaro, scrivi pure qui sotto nella sezione commenti: ti risponderò, giuro, in brevissimo tempo. Se, invece, vuoi rimanere segreto o hai bisogno di una risposta specifica  e più articolata, allora contattami pure seguendo le info qui indicate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *